The Myth of American Sleepover

di David Robert Mitchell, 2010.

Esistono grandi film e piccoli film con una grande storia e una piccola storia o, come in questo caso, tante piccole storie slegate tra loro, corali, vissute dai dei giovani protagonisti avendo come perno centrale lo Sleepover come metafora per parlare di quell’eta’ , o forse e’ meglio dire, di quel momento dove si cresce, dove in un modo o nell’altro la vita cambia con la paura o la speranza di perdere o trovare qualcosa che, comunque vada, cambiera’ tutto per sempre. Un piccolo film che passa e va senza l’ambizione di dover lasciar per forza qualcosa ma che spera, come per quei momenti, di lasciarsi dietro un buon ricordo. Con me ha fatto centro tanto che, come mi succede spesso con produzioni del genere, mi fa’ venir voglio di tornarci a quei giorni, probabilmente per quei luoghi e quelle persone che fanno tanto piccola e sognante adolescenza da provincia americana. Davvero molto carino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...