La leggenda del cacciatore di vampiri

di Timur Bekmambetov, 2012. 

Io lo sapevo benissimo prima di andare al cinema che questo film era una cagata. Ma c’è cagata e cagata. C’è la cagata alla Drive Angry che è talmente oltre che diventa una cosa divertentissima e poi c’è la cagata fatta male. Questo film appartiene probabilmente ad una terza categoria. La cagata che si prende sul serio. Caro Timur, diamoci del tu, stai realizzando un film su un falso storico grosso grosso in cui narri la vita di Abraham Lincoln che ammazza male i vampiri con effettazzi mirabolanti e pure in 3D. Cosa vogliamo fare? Vogliamo dargli un impostazione un pochetto ironica in modo da divertirci tutti quanti come è giusto che sia? “no“. Ma dico io. Perchè prendere tutto dannatamente sul serio? Perchè usare questo tono serioso, drammatico se poi mi devi mettere le capriole? Poi ovvio che va tutto in vacca e ogni cosa un pò sopra le righe fa storcere il naso tantissimo. Insomma. Credi davvero che io riesca a prendere sul serio due che si rincorrono saltellando sopra una mandria di cavalli usando questi ultimi come oggetto di scaramuccia lanciandoseli addosso? Ma ti pare? E come pensi che possa reagire se mi metti come spalla un vampiro che imita male Robert Downey Junior assolutamente non divertente? E perchè per uccidere il primo vampiro mi fai una scena lunga dove il nostro eroe se la combatte e per uccidere il mostro finale basta un pugnetto che tipo urlo MACCOME fortissimo? E non basta LA FIGA a mettere la pezza sai? Insomma un impostazione sbagliatissima, ovviamente non priva di tanti, troppi errori e scene ridicole per i motivi sbagliati. Non per nulla sono uscito dal cinema ridacchiando per l’obrobrietà del tutto dichiarando seccamente “La Cagata!”. Io vi ho messo in guardia.

P.S:  Mi ero scordato di dire che gli attori sono tutti cagnacci. Anche quelli che in altri film sanno recitare. Ma passa pure in secondo piano.

Annunci