Pollo alle prugne

di  Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud, 2011.

Marjane Satrapi, dopo il bellissimo Perepolis, torna al cinema con un altra trasposizione di una sua graphic novel questa volta con una storia d’amore. Partendo da questo ne esce fuori un film visivamente bellissimo, drammatico, comico, poetico, neoralista e commovente. Bravissimi tutti. nUn ulteriore conferma del talento della Satrapi. Inutile perdersi in troppe discussioni questa volta. Un film da vedere.

Annunci